Crea sito

Categorie Senza categoria

Caricatura di Jane Austen

Jane Austen non è vittoriana (e vi chiarisco anche il perché)

Cari lettori,

in questa domenica piuttosto piovosa vorrei ricollegarmi ad un post che avevo scritto qualche tempo fa, cioè questo, relativo al documentario austeniano di produzione tutta italiana mandato in onda sul canale Rai Scuola intitolato “By a Lady… a Journey into Jane Austen’s World”.
Da qualche settimana è possibile guardare il breve documentario anche online, infatti Rai Scuola lo ha reso disponibile sul suo sito (per chi se lo fosse perso, a questa pagina).

Nel mio post in cui introducevo e recensivo il documentario, conclusi dicendo cosa non mi era piaciuto della presentazione della Austen, ovvero che fosse ‘contestualizzata’ principalmente in epoca vittoriana. E’ una cosa che proprio non riesco a capire, e che proprio non posso concepire: come, ancora oggi, si possa defin...

continua a leggere

Siamo social, segui il blog su Twitter!

 

continua a leggere

Jane Austen era brutta? Ovvero, anche in Italia ci preoccupiamo del volto di Jane Austen

Ritratti di Jane Austen: a sinistra il ritratto disegnato da Cassandra (1810 ca.) e a destra il ritratto commissionato nel 1870 dal nipote James-Edward Austen-Leigh.

Se siete appassionati di Jane Austen e tenete d’occhio le notizie che vengono pubblicate su di lei, non soltanto sui nostri quotidiani, ma anche e soprattutto all’estero, saprete che, dallo scorso Luglio, JA è diventata la protagonista delle 10 sterline inglesi. A partire dal 2017, infatti, la suddetta banconota cambierà volto: non vedremo più l’immagine di Charles Darwin bensì quella della scrittrice.
Nei giorni scorsi letto un articolo pubblicato sul quotidiano The Guardian nel quale la studiosa austeniana Paula Byrne (e, di recente, anche biografa) lamenta il fatto che il ritratto scelto per rappresentare la Austen non ...

continua a leggere
logo_2

le sfumature italiane di Jane Austen

Ci siamo. Siamo online. Dovrei dire sono, nel senso che dietro questo progetto non c’è un team ma c’è una persona sola. Dunque, ci sono.
L’idea di questo blog nasce da ragioni molteplici ma in realtà riassumibili in poche righe. Sono un’insegnante di inglese e un’esperta di Jane Austen, da anni interessata a tutto ciò che riguarda la grande scrittrice. Sulla Austen è stato pubblicato veramente di tutto: l’ampia varietà di saggi, pubblicazioni e monografie sul suo conto la dicono lunga su quanto la vita e le opere della scrittrice siano state sviscerate e analizzate da più e più angolature. Non soltanto, da tempo abbiamo a che fare con il fenomeno della commercializzazione della figura di Jane Austen, fenomeno sociologico che sembra non arrestarsi mai ma, al contrario, auto-alimenta...

continua a leggere