Crea sito
Immagine tratta dal blog http://ledonnenonsannoscrivere.blogspot.it

Bicentenario P&P un anno dopo # 1: di contributi editoriali (e non solo)

Non molti giorni fa, esattamente il 28  gennaio scorso, ricorreva il 201° anniversario dalla pubblicazione di Orgoglio e Pregiudizio, uno dei romanzi (austeniani e non solo) più amato e più letto da intere generazioni di lettori. Già dal principio, non avevamo dubbi sul fatto che il 2013 sarebbe stato un anno ricco di interessanti iniziative per tutti gli amanti di JA proprio per questo motivo e, infatti, in occasione del bicentenario, numerosi sono stati gli eventi italiani ed internazionali che hanno reso omaggio a questa magistrale opera letteraria.
Volgendo lo sguardo a ritroso, ritroviamo tutta una serie di iniziative, articoli e pubblicazioni che è necessario ricordare.

Per oggi ci dedicheremo “soltanto” (…vedrete…) a contributi editoriali con alcuni accenni a articoli di giornale, mentre il post successivo (#2) sarà dedicato agli eventi a tema.

Sul nr. 46 di Famiglia Cristiana, un articolo dedicato interamente a JA e al bicentenario della pubblicazione di Orgoglio e Pregiudizio. Immagine tratta dalla rete.

Sul nr. 46 di Famiglia Cristiana, un articolo dedicato interamente a JA e al bicentenario della pubblicazione di Orgoglio e Pregiudizio. Immagine tratta dalla rete.

Di articoli di giornale ne sono stati scritti di ogni tipo, idem per quanto riguarda interventi su blog, alcuni ottimi, senza dubbio, altri (mi sento di esprimermi liberamente) si son lasciati leggere, altri sicuramente avrei preferito non vederli nemmeno scritti perché sempre contententi maree di luoghi comuni, incentrati su riflessioni banali, circa il presunto binomio Austen-romanzo rosa (per donne romantiche alla ricerca di Mr Darcy….)
Di fatto, tuttavia, dobbiamo riconoscere che JA è riuscita ad arrivare, in Italia, non soltanto sulle principali testate nazionali (ad esempio su Repubblica) e locali, ma anche su numerose riviste di ogni genere: gli articoli apparsi su Marie Claire, Vanity Fair (più di una volta), PanoramaRolling Stones (!) e Famiglia Cristiana (di cui allego immagine a lato) ne siano la prova.

Un bel tributo è quello di Speechless Magazine, bellissima rivista online di alti contenuti, che dedica a O&P un’intera sezione del suo terzo numero. La rivista è consultabile online a questo indirizzo (la sezione austeniana parte dalle pagine 166-167). Vi lascio il piacere di sfogliare le pagine ben illustrate di questa rivista senza anticiparvi nulla dei contenuti della sezione dedicata a JA. Vi segnalo anche che potete ‘seguire’ le attività di Speechless Magazine non solo tramite il blog, ma anche tramite il loro profilo Facebook.

Nel campo dell’editoria, invece, le pubblicazioni non si sono di certo fatte attendere: tra saggi, volumi, ebook, mash-up e traduzioni inedite abbiamo una vasta scelta.

Inizio con il citare Jane Austen si racconta, un bella ed agile biografia scritta da Giuseppe Ierolli (co-fondatore di JASIT e curatore del sito jausten.it di cui vi ho parlato in alcuni precedenti post, in particolare qui, qui e qui), edita da UTElibri. La biografia è un’opera che, senza esagerare, serviva proprio nel panorama italiano. Si tratta di un racconto puntuale ed accurato della vita di JA, narrato attraverso le sole lettere rimaste. L’occhio del biografo è, come ripeto, attento e non cade mai in luoghi comuni. Proprio una bella biografia, che spero abbia il risalto che merita, e che mi auguro ci aiuti un po’ a dimenticare certi ritratti austeniani di non molti anni fa, ma che sarebbe meglio archiviare (penso a quello di Dara Kotnik, per fortuna fuori stampa……).
Jane Austen si racconta, UTE edizioni (2013)

Jane Austen si racconta, UTE edizioni (2013)

apropos

A proposito di Jane Austen, F. Marchetti

Una novità editoriale del 2013 è anche il saggio di Federica Marchetti (Il Gatto Nero), A proposito di Jane Austen. Orgoglio e Pregiudizio compie 200 anni (edizioni Il Foglio). Ho letto questo saggio con grande interesse, tutto d’un fiato e con aspettative altissime. Purtroppo, però, tali aspettative sono state disattese. Sicuramente possiamo salvare diverse cose contenute nel saggio – illustrazioni, l’intento dell’autrice di condensare in un’opera tante informazioni di vario genere… ma le imprecisioni che vi ho ritrovato, nonché le citazioni scopiazzate da altri (senza che ne venisse citata la fonte), mi hanno notevolmente delusa. L’opera, se ben studiata e non frettolosamente pubblicata per coincidere per forza con il bicentenario (come credo), avrebbe potuto essere molto più ricca e più valevole. Ma non voglio dilungarmi troppo, in quanto sicuramente dedicherò un post a questo saggio, dove vi spiegherò più approfonditamente come mai le mie impressioni finali sono così negative.

Altri tributi a Jane Austen, e in particolare a O&P, si sono visti nell’ambito delle ri-mediazioni grafico-artistiche, in particolare faccio riferimento alla bella edizione italiana del graphic novel di Orgoglio e Pregiudizio firmato Marvel e pubblicato in Italiana grazie a Panini Comics. La traduttrice dell’opera è Nadia Terranova.

Orgoglio e Pregiudizio, il graphic novel edito da Panini

Orgoglio e Pregiudizio, il graphic novel firmato Marvel ed edito da Panini in Italia.

Orgoglio e Pregiudizio, Zandegù editore

Orgoglio e Pregiudizio, Zandegù editore

Sempre nell’ambito del graphic novel – o meglio, del fumetto – Zandegu editore (Torino) ha pubblicato una versione cartoon di Orgoglio e Pregiudizio come opera di apertura di una serie denominata “i Bignè”, ovvero bignami dei grandi classici della letteratura mondiale, in formato e-book. Le illustrazioni e il testo sono a cura di Sicks, illustratrice e fumettista romana.
Il fumetto è acquistabile on-line, come ripeto, solo in formato e-book, alla pagina del webshop dell’editore (pagine che vi consiglio vivamente di visitare, se non per acquistare questo, per scoprire gli altri piccoli bignè/gioielli di Zandegù).

Nel 2013, inoltre, è stata pubblicata un’edizione speciale di Orgoglio e Pregiudizio targata questa volta JASIT. La traduzione è a cura di Giuseppe Ierolli, mentre le illustrazioni di copertina e il progetto grafico sono a cura dell’illustratrice Petra Zari (anch’essa membro e co-fondatrice di JASIT). L’edizione speciale può essere acquistata online, alla pagina web del libro su ilmiolibro.it. Nelle immagini sottostanti la copertina e la quarta di copertina della Bicentenary Special Edition.

orgoglio_pregiudizio_200_jasit-195x300Quarta di copertina della Bicenteray Edition di O&P (JASIT)

Parlando di editoria italiana, abbiamo ancora le opere di To Be Continued (citato in un mio precedente post) e i racconti pubblicati da Emma Books, altro marchio editoriale italiano tutto digitale, il cui nome è un chiaro richiamo all’eroina austeniana preferita dalla Austen stessa. Nel volume intitolato Amore Orgoglio e Pregiudizio le tre autrici Paola Gianinetto, Viviana Giorgi e Laura Randazzo raccontano tre storie d’amore diverse tra loro, ma ovviamente accomunate dall’ispirazione alla narrativa austeniana. Sulla pagina di Emma Books trovate tutte le informazioni (sinossi e info per gli acquisti).

Covers-vintagePaola Gianinetto “Negli occhi del drago”; Viviana Giorgi “First Impressions”; Laura Randazzo “Per onore e per amore” raccolti nel volumetto di Emma Books Amore Orgoglio e Pregiudizio

Una-carrozza-per-WinchesterE’ di Fazi Editore invece un’ulteriore opera che ha visto la luce a fine settembre scorso e che è dedicata a Jane Austen: Una carrozza per Winchester, di Giovanna Zucca. L’opera è una sorta di biografia, ma dai tratti moooolto fiction, nella quale si narrano gli ultimi anni della vita di Jane Austen. Nella rielaborazione di Zucca, la Austen incontra e conosce il Dr Addison, il quale, su di lei, scoprirà il morbo omonimo (del quale si pensa sia morta la scrittrice). Una biografia romanzata, dunque, ma pur sempre un tributo al mondo austeniano.
Scheda del libro e tutte le recensioni raccolte alla pagina del libro, sul sito dell’editore.

Proseguiamo la nostra nutrita lista con altri due contributi targati JASIT e resi possibili grazie alla collaborazione con la casa editrice Jo March Agenzia Letteraria, ovvero, le traduzioni inedite in italiano di:

  • Old Friends and New Fancies – in italiano Vecchi amici e nuovi amori, dell’autrice Sybil. G. Brinton e notevolmente rilevante in quanto il primo della serie di derivati austeniani ad essere mai stato pubblicato. L’opera è stata, come dicevo, frutto di una collaborazione tra JASIT e Jo March e trovate numerose informazioni utili proprio sul blog della società italiana su JA nonché sul sito della casa editrice (dal quale è possibile concluderne anche l’acquisto).
  • Jane Austen: i luoghi e gli amici – opera delle sorelle Constance e Hellen Hill (rispettivamente autrice ed illustratrice), tradotta a più mani dai co-fondatori di JASIT e di cui vi ho già parlato in questo post.
Copertina-OFANF-VAENA-JoMarch
cop_JAILEGA

Di recente, inoltre, Cinzia Giorgio ha pubblicato un saggio intitolato Orgoglio senza Pregiudizio. Le ragazze di Jane Austen (ed. Opposto) di cui vi ho già accennato in questo post. Purtroppo, anche se ho acquistato l’e-book, non ho ancora avuto modo di leggerlo, ma spero di potermici presto dedicare. Come scrivevo nel post che vi ho linkato sopra, anche in questo caso le mie aspettative sono piuttosto alte.

Di certo abbiamo l’imbarazzo della scelta e che non si dica che il pubblico italiano non è attento a Jane Austen!